"IO mi racconto, tu ti racconti...".
(narrazioni sostenibili tra libri, parole e parti di se')


Programmazione annuale 2020/2021

Pensando all'avvio del nuovo anno scolastico 2020/ 2021 ci siamo ritrovati con interrogativi importanti, di fronte a noi avevamo una comunità scolastica frammentata dallo scenario pandemico con relazioni in stand-by, drastica divisione in "bolle sociali", completo ripristino delle routine scolastiche.
Ci siamo chiesti come avremmo potuto aiutare e sostenere i piccoli attori della nostra comunità educante a ripartire non solo in sicurezza ma anche in serenità, avvalorando da sempre l'idea di scuola come "luogo di relazione e scambio reciproco".
La risposta è stata eviscerata nel progetto: "Io ti racconto, tu ti racconti..."  
ovvero nell'utilizzo della narrazione come filo conduttore di nuove ri- connessioni.
Narrazione intesa come il racconto di me, di noi gruppo sezione, di attività svolte, ma anche come una mail da spedire al sindaco o i libri preziosi da raccontare  agli amici delle altre sezioni. 
Un progetto solo in apparenza semplice e lineare, la cui attuazione rispetta le norme covid; un vero toccasana per chi ama, come noi, la sfida educativa e il confronto con obiettivi sempre più vicini alla realtà dei bambini.
Un postino un po' "particolare" si aggirerà tra le sezioni e consegnerà lettere per dar vita ad una fitta corrispondenza al fine di eludere un cambiamento virtuale di rotta,
avvalorando nuovi modi per relazionarsi e rinforzare il sè, stimolando la naturale curiosità per le cose belle (racconti, libri, can zoni...)
ponendo l'attenzione alla parola e all'importanza dei libri.

La lingua è uno strumento con il quale giocare ed esprimersi, raccontare, dialogare, pensare logicamente,
sviluppare e condividere un senso d'appartenenza e di cittadinanza.
favorendo la crescita cognitiva, la maturazione affettiva, etica e sociale, costituendo un arricchimento di esperienze.’

Altre Attività

La legge n. 92 del 20 agosto 2020 ha inserito anche nella scuola dell'infanzia l'educazione civica come insegnamento curricolare.
Pertanto, anche la nostra scuola, da sempre attenta al discorso "ambientale", ha inserito nella propria offerta formativa un progetto di 35 ore
dal titolo: 

"PIANETA AMBIENTE: appartenenza, rispetto e collaborazione".

Destinatari: bambini dai 3 ai 6 anni

Tempi e luoghi: Attività organizzate per un totale di 35 ore a scadenza mensile, svolte all'interno del proprio gruppo sezione
e, laddove possibile, coinvolgendo alcuni attori del territorio (ad es. polizia stradale, comune,...).

E' importante che il bambino. sin da piccolo. esperisca e prenda coscienza del mondo intorno a sè.
E' l' Io persona che pian piano si apre ad un Io comunitario attraverso il quale imparare a star bene con se stesso e. con gli altri
nel rispetto delle regole, dell'ambiente e della comunità.

   



CONTINUITA' E SCELTE EDUCATIVE PER UNA SCUOLA INCLUSIVA
 


La continuità si realizza essenzialmente attraverso due linee parallele e intersecanti:
La continuita' orizzontale per un proficuo rapporto di condivisione di modelli educativi con famiglie e territorio.
La continuità verticale per un passaggio di significato tra le varie istituzioni educative e scolastiche.
Le scelte educative accompagnano e sostengono da un lato l'apprendimento di  competenze e abilità che rendano il bambino autonomo, sicuro di sè e del "bagaglio" esperito; dall'altro sostengono, attraverso specifiche strategie di intervento,  i "soggetti fragili" permettendo loro di crescere in un micro-clima scolastico a loro favorevole (accoglienza e benessere).


I racconti, le fiabe... rappresentano uno dei più bei giochi che bambini e adulti possano giocare insieme. Un gioco che non ha bisogno di oggetti o di spazi per essere svolto. Si sta seduti. Si gioca con le parole, con la mente, con le immagini, con i sentimenti.

(Gianni Rodari)